martedì 22 aprile 2008
CRIMINI INVISIBILI
CRIMINI INVISIBILI
(The End of Violence)
Regia: Wim Wenders
Produzione: USA/Germania/Francia
Anno: 1997

Genere: Misteri e grandi fratelli

Insolite “prospettive” sull’America come può farlo chi ha il giusto distacco, dall’esterno in ogni direzione, prospettive insolite sulle paure di una nazione in tempi non sospetti, sulle sue fissazioni e sui suoi miti, mostrato attraverso una violenza che si torce su sè stessa in continua ricerca di un equilibrio fra ordine “pubblico” e pregiudizi “privati”, una violenza che malgrado tutto non finisce mai.

Da vedere
.

Etichette: , , , , ,

 
posted by Martin at 09:28 | Permalink |


13 Comments:


At 4/22/2008 04:05:00 PM, Blogger Luciano

Un altro ennesimo ottimo film di Wenders.

 

At 4/22/2008 04:25:00 PM, Blogger Martin

Ennesimo caso di abilità nel costruire in maniera mirabile un film "diverso", non solo rispetto alla propria filmografia ma in generale nei confronti del cinema contemporaneo e non solo.

 

At 4/22/2008 04:40:00 PM, Anonymous mario

a questo punto, a parte i video fatti col suo cellulare, di wim wenders hai visto tutto!!!
...o hai visto pure quelli????

 

At 4/22/2008 04:47:00 PM, Blogger Martin

Bella questa Mario, mi hai fatto ridere davvero...
Devo ammettere però che ce ne sono due che non ho ancora visto, Alice nelle città (i primi 10 minuti mi sono sembrati davvero promettenti) e Hammett, ma prometto di recuperare entro la fine della settimana!

 

At 4/22/2008 09:04:00 PM, Blogger Nicolai Hel

se Alice nelle città è per me il suo film migliore, questo invece è quello che mi ha convinto di meno.

 

At 4/22/2008 09:09:00 PM, Blogger Martin

Per il primo Nicolai ti farò sapere a breve, per il secondo vorrei sapere perchè non ti ha convinto, anche se mi rendo conto che non è il "solito" Wenders, stilisticamente forse, perchè i contenuti (l'ossessione per le immagini, l'amore/odio nei confronti dell'america, la contaminazione tra culture diverse) sono tipici del regista tedesco.

 

At 4/23/2008 09:34:00 AM, Blogger Luciano

Ma allora hai visto Paris, Texas! Mi è sfuggita la tua recensione sul film?

 

At 4/23/2008 10:11:00 AM, Blogger Martin

Visto l'ho visto Luciano ma non scriverò una sola parola se non dopo una nuova visione!
A presto dunque...

 

At 4/23/2008 11:57:00 AM, Anonymous iosif

questo mi manca. non mi ispirava un film che ha solo la vocale i nel titolo. ma rimedierò. e mancano anche alice nelle città e hammett. solo che del primo ho trovato una versione pessima, del secondo nulla.

 

At 4/23/2008 01:01:00 PM, Blogger Martin

Se ti serve qualcosa io ho le versioni dvd preparate da me medesimo che sono di qualità perlomeno decente.

 

At 4/23/2008 05:12:00 PM, Anonymous iosif

you're very kind.
magari ci si può mettere d'accordo per uno scambio.

 

At 4/24/2008 10:53:00 PM, Blogger Nicolai Hel

Ci sono molti motivi per cui un film può non piacere...può essere per i suoi contenuti o per il modo in cui questi vengono trattati, per le qualità del regista o per quelle degli attori... o ancora per moltissimi altri fattori, più o meno differenti per ogni diverso spettatore. Ecco, un film può non piacere per come è fatto o per quello che vuole comunicare. E Un film può deludere, annoiare o anche fare incazzare.
A me crimini invisibili ha annoiato...forse non tanto come the million dollar hotel, vero megapacco di Wenders, ma ha annoiato. Non saprei dirti altro.
buon 25 aprile a tutti

 

At 4/24/2008 11:25:00 PM, Blogger Martin

Hai detto molto credimi Nicolai.
Ci sono momenti in cui la sensibilità personale ci porta a entrare o no in sintonia con un film e quando ciò non accade quasi inevitabilmente scatta la noia.
Tra l'altro non ci crederai ma Million Dollar Hotel con la sua vena folle, quasi alla Lynch, mi è tutt'altro che dispiaciuto.