lunedì 9 agosto 2010
IL FIUME
IL FIUME
(He liu)
Regia: Ming-liang Tsai
Produzione: Taiwan
Anno: 1997

Genere: Vite alla deriva

Se la poeticità prende forma grazie a contenuti manipolati ad arte per "suscitare" qualcosa, qui siamo a un livello ben superiore, siamo alla poesia per immagini, in cui è l'accostamento di squarci visivi, non necessariamente "elevati", che acquistano valore dalla loro semplice e geniale sequenza, ed è una poesia dolorosa in cui le miserie umane sono messe a nudo senza reticenze, dalla disperata ricerca di un appagamento sessuale alla semplice speranza di un contatto umano impossibile, tenuti insieme dalla tragedia della malattia e dall'impietoso fluire di un corso d'acqua morente.

Da vedere (con mente e cuore aperti).

Etichette: , ,

 
posted by Martin at 15:43 | Permalink |


4 Comments:


At 8/11/2010 08:04:00 PM, Blogger missile

Questo mi manca di Tsai ed è un grosso vuoto che debbo colmare al più presto; mi par di capire che siamo sulla lunghezza d'onda del primo lancinante Tsai.

Missile

 

At 8/12/2010 10:06:00 AM, Blogger Martin

E' proprio così missile.
E' un film talmente inserito nella poetica e nel "mondo" di Tsai che non riesco ad essere d'accordo con chi lo considera un film minore.

 

At 9/14/2010 09:55:00 AM, Blogger Cotone

Ho scoperto Ming Liang da pochissimo e -a quanto leggo- devo assolutamente reperire questo film.
Buona giornata e buoni pensieri.

 

At 9/14/2010 10:46:00 AM, Blogger Martin

Il suo cinema è un unico grande percorso, pieno di rimandi e connessioni tra un film e l'altro.
Ogni suo film però contiene già in sè quasi tutti i temi e le atmosfere degli altri ed è fruibile a sè stante.
Ma è inutile dire che più si approfondisce la conoscenza di questo grandissimo autore e più lo si apprezza.