lunedì 15 novembre 2010
THE SOCIAL NETWORK
THE SOCIAL NETWORK
(The Social Network)
Regia: David Fincher
Produzione: USA
Anno: 2010

Genere: Cane mangia cane

C'è molto di più della storia del ragazzino genio che diventa miliardario, perchè stavolta non mancano la cattiveria e l'inganno che permettono all'idea di diventare business mondiale, il tutto raccontato con divertito equilibrio alternando le molteplici vicissitudini giudiziarie con le tappe di un'improvvisa ascesa così tipica dei nostri giorni, valorizzato ancora di più da sprazzi di splendida verve cinematografica in cui suoni e immagini si fondono con sincronia quasi sinfonica.

Da vedere.

Etichette: , , , ,

 
posted by Martin at 11:07 | Permalink |


10 Comments:


At 11/15/2010 02:22:00 PM, Anonymous Anonimo

Bellissima descrizione sulla quale, come ben sai, concordo alla grande. Secondo me Fincher ci ha restituito quasi una fotografia, un'istantanea, dei tempi moderni. Poi se ci aggiungiamo lo stile che io apprezzo molto, con i dialoghi, la colonna sonora e il ritmo secondo me molto incalzante e avvincente, allora il gradimento non può che essere alto.

Ale55andra

 

At 11/15/2010 02:52:00 PM, Blogger Martin

Ti dirò, più passa il tempo e più aumenta il mio apprezzamento.
Un film così poteva essere davvero "complicato" da gestire ma Fincher è riuscito invece, non solo a scansare tutte le trappole della retorica e della pedanteria, ma è riuscito a costruire un racconto pregevole e stilisticamente davvero interessante.

 

At 11/15/2010 03:34:00 PM, Blogger Cineserialteam

Molto bello. Concordo totalmente.

CST

 

At 11/15/2010 04:57:00 PM, Blogger Asgaroth'sMidnight

io pensavo fosse una gran c*****a, anche perchè fino a pochi giorni fa nel trailer non si mensionava minimamente che il regista era Fincher -_- adesso vorrei proprio vederlo, anche perchè tutte queste recensioni positive hanno stuzzicato la mia curiosità!

*Asgaroth

 

At 11/15/2010 07:36:00 PM, Blogger Martin

@cst:
pare che gli estimatori siano davvero tanti alla fine!

@asgaroth:
allora aspetto di leggere presto il tuo commento, anche se dubito ti possa deludere!

 

At 11/19/2010 12:25:00 PM, Anonymous AlDirektor

Gran bel film. Ho dovuto ricredermi, perchè ad esser sincero ero molto prevenuto su questo prodotto di Fincher. Invece ho visto un film che è tra il meglio della produzione di Fincher. Affascinante e mai noioso. E' in effetti, di più della storia del creatore di facebook.

 

At 11/19/2010 03:33:00 PM, Blogger Luciano

Anch'io ero prevenuto. Forse perché pensavo a facebook, ma, dovrei saperlo, a volte (sempre) bisogna guardare oltre i propri pregiudizi. Per adesso però non riesco a scrivere niente. Il mio solito difetto "temporale".

 

At 11/21/2010 06:11:00 PM, Blogger missile

Naturalmente ero prevenuto anche io, e il film a dire il vero si prestava molto a ciò, però concordo sui giudizi positivi. La cosa che più mi è piaciuta è stata la sincera e asettica descrizione della genesi dell'evento, lungi da trionfalismi esegetici: in fin dei conti FB è nato da una mezza fesseria fatta da uno sfigato rancoroso che gli ha detto male con la ragazza, per poi proseguire con comportamenti a dir poco equivoci del creatore. Insomma , dietro ad una idea geniale, non sempre c'è il talento puro e basta.

 

At 11/22/2010 10:03:00 AM, Blogger Martin

@Al:
in effetti, il buon mix tra vicende processuali e vicissitudini personali tiene vivo l'interesse fino alla fine.

@Luciano:
secondo me Fincher è una garanzia e questo malgrado nella sua filmografia ci sia qua e là qualche mezzo passo falso.
Appena ti "sblocchi" leggerò volentieri le tue considerazioni.

@missile:
dici bene, le contraddizioni vengono fuori tutte, anche il senso di "vacuità" dietro il prodotto stesso è reso con efficacia.

 

At 11/22/2010 10:52:00 AM, Anonymous AlDirektor

@Luciano: Allora ti ha colpito parecchio se non riesci a scriverne nulla ;) Attenderemo la tua opinione "in largo"

Un saluto!